golosani

PROPRIETA’

+ VITAMINA A

+ VITAMINE gruppo B

+ VITAMINA C

+ SALI MINERALI in particolare fosforo, calcio e ferro

+ RIDUZIONE COLESTERLO contribuisce nella riduzione del colesterolo cattivo e di quello totale

+ RIDUZIONE PRESSIONE contribuisce ad abbassare la pressione arteriosa

+ ANTIPIRETICO aiuta ad abbassare la temperatura corporea

+ ANTITUMORALE contrasta infatti l’azione dei radicali liberi

+ INFEZIONI INTESTINALI aiuta sia nell’eliminazione di vermi intestinali (per esempio gli ossiuri) sia nel combattere la flora intestinale cattiva salvaguardando quella buona

AGLIO

AGLIO

STORIA E CURIOSITA’

Nel momento in cui non esistevano gli antibiotici e altri prodotti farmaceutici, un bulbo di aglio di per sé rappresentava un intero settore farmacia per via della vasta gamma di effetti.

Usato oggi come condimento in cucina, è stato utilizzato anche come una medicina nel corso della storia antica e moderna per prevenire e trattare una vasta gamma di condizioni e malattie.
L’aglio appartiene al genere Allium cipolla, ed è strettamente legato alla cipolla, all’ erba cipollina, al porro e allo scalogno. È stato usato dagli esseri umani per migliaia di anni ed è stato usato nell‘antico Egitto sia per scopi culinari e dei suoi benefici per la salute e terapeutici (Dati indicano che l’aglio era in uso quando furono costruite le piramidi di Giza, a circa 5000 anni fa!)

Dall’ antico Egitto l’aglio si è diffuso nella Valle dell’Indo (Pakistan e India occidentale di oggi). Da lì ha fatto la sua strada verso la Cina.
Il popolo dell’antica India ha valutato le proprietà terapeutiche di aglio ed ha anche pensato che potesse essere un afrodisiaco tanto è vero che i monaci, le vedove, gli adolescenti e coloro che avevano preso un voto non potevano mangiare l’aglio a causa della sua qualità stimolante.
Nel corso della storia del Medio Oriente, dell’Asia orientale e del Nepal, l’aglio è stato utilizzato nel trattamento della bronchite, ipertensione,  tubercolosi, disturbi epatici, dissenteria, meteorismo, coliche, vermi intestinali, reumatismi, diabete e febbre .

Richard S. Rivlin ha scritto sul Journal of Nutrition che l’antico medico greco Ippocrate (circa. 460-370 aC), conosciuto oggi come “il padre della medicina occidentale”, ha prescritto l’aglio per una vasta gamma di condizioni e malattie tra i quali il trattamento di problemi respiratori, i parassiti, cattiva digestione e la fatica.

Agli atleti olimpici  nella Grecia antica veniva dato l’aglio prima delle gare: si tratta forse il primo esempio di “” utilizzati nello sport.

La cosa che gli storici hanno trovato molto interessante è il fatto che culture diverse nella storia che non sono mai state in contatto tra loro avevano conclusioni simili per quanto riguarda i benefici terapeutici di aglio.